Jambudvipa - Indology and Sanskrit Studies  
Indologia e Studi Sanscriti   English version  
Risorse per l’indologia e gli studi sanscriti: vademecum per l’indologo, il cultore del sanscrito e lo studioso della civiltà dell’India classica (letteratura sanscrita, testi elettronici in sanscrito, filosofie e religioni dell’India, mitologia dell’induismo, storia, arte e cultura indiana).

 
 
 

 

 
 
 
© 1998/2012 by Paolo Magnone
Il sito è ottimizzato per una risoluzione a 1024x768 con Firefox.
Per la corretta visualizzazione dei segni diacritici scaricare e installare il carattere Unicode (vedi “Novità del sito” per ulteriori informazioni).
 
   
il  SANSCRITO

Sri (Calligrafia sanscrita)

Il sanscrito è l’antica lingua dell’India, i cui primi monumenti — i Veda — risalgono alla metà del II millennio aec. Dal sanscrito discendono le moderne lingue neo-arie parlate attualmente nel nord del subcontinente (hindi, bengali, nepali, marathi, gujarati etc.), ma il sanscrito stesso vive ancora come lingua dotta in riviste e trasmissioni radiofoniche di cultura tradizionale, in composizioni letterarie e nelle conversazioni dei pandit. Il sanscrito è la lingua sacra dell’Induismo e del Buddhismo del Grande Veicolo.

Dal punto di vista glottologico il sanscrito è una lingua indoeuropea cugina delle lingue classiche. La scoperta di questa parentela segnò l’inizio della disciplina della glottologia indoeuropea, il cui atto di nascita si suole far coincidere con il celebre discorso sulla cultura indiana di Sir William Jones nel 1786, quando egli additò all’attenzione degli studiosi le affinità esistenti tra il sanscrito, da un lato, e il greco e il latino, dall’altro, avanzando l’ipotesi di una fonte comune da cui sarebbero forse scaturiti anche il gotico, il celtico e il persiano. Merita di esser ricordato l’elogio del sanscrito che egli fece in quella occasione: “The Sanskrit language, whatever may be its antiquity, is of wonderful structure, more perfect than the Greek, more copious than the Latin, and more exquisitely refined that either”.

La cultura sanscrita ha influenzato profondamente la cultura dell’estremo oriente e del sud-est asiatico, dove ha svolto un ruolo non dissimile da quello esercitato dalla cultura greca in occidente.


La calligrafia «Śrī» è di R.K. Joshi
 


eXTReMe Tracker